Errata Corrige on line

Lista : libri

Su questa lista si dà la possibilità di fare inserzioni gratuite di correzioni, osservazioni, variazioni, aggiunte, informazioni e critiche a opere dell’ingegno e dell’intelletto quali libri, ecc. Ogni inserzione potrà essere fatta dall’autore/i dell’opera o da chi ne ha diritto, invece le inserzioni per le critiche, le osservazioni e le informazioni possono essere fatte da chiunque facendo riferimento all’opera oggetto dell’inserzione. Ogni inserzione proposta prima della pubblicazione verrà vagliata da brevettidopo.it, le inserzioni fuori dalla morale e anonime saranno cestinate, in ogni caso brevettidopo.it non assume responsabilità sulla veridicità, uso e conseguenze di dette inserzioni. Le inserzioni saranno pubblicate in ordine alfabetico dei titoli, quindi ricordarsi di citare il nome/titolo dell’opera, si prega di non fare riferimenti pubblicitari, inviare le richieste d’inserzione a info@brevettidopo.it

Una volta fatta l'inserzione si consiglia, sopratutto per le opere cartacee come i libri, di  copiare l'etichetta Errata Corrige on line, stamparla e incollarla nei libri stessi disponibili o inviarla, se possibile, a chi già detiene lo stesso libro in oggetto, così ogni lettore del libro può diventare parte attiva andando in Internet sul sito www.brevettidopo.it a vedere l’Errata Corrige on line con le correzioni, potendo fare osservazioni, aggiunte, critiche, ecc.

 

Titolo dell'opera: Septarie dei Monti Berici occidentali (mistero risolto?) - Stampa 2016 Cierre Grafica

Errata Corrige on line: (da Febbraio 2018)

  • Pagina 5, terzo rigo, colonna destra: sostituire “G. Zanato” con “G. Zannato” .
  • Pagina 15, terzo rigo, colonna destra: sostituire “G. Zanato” con “G. Zannato” .
  • Pagina 18, nono rigo, colonna destra: sostituire “G. Zanatto” con “G. Zannato” .
  • Pagina 70, ventiquattresimo rigo, colonna sinistra: sostituire “G. Zanatto” con “G. Zannato” .
  • Pagina 129, nono rigo, colonna destra: sostituire “G. Zanatto” con “G. Zannato” .
  • Pagina 179 decimo rigo dal basso, colonna sinistra: sostituire (dragone mercuriale o Balisco, drago verde, ecc.) con (dragone mercuriale o Basilisco, drago verde, ecc.)
  • Pagina 194, quinto e undicesimo rigo, colonna sinistra: sostituire "G. Zanatto" con "G. Zannato"
  • Pagina 196, secondo rigo: sostituire "G. Zanatto" con "G. Zannato"

Osservazioni, informazioni e note:

  • (N.d.A. del 06-03-2018) con riferimento a pagina 179 del libro, preciso che il Basilisco è una piccola creatura mitologica, detta anche "re dei serpenti", si narra abbia il potere di uccidere pietrificando o incenerendo con il solo sguardo diretto negli occhi.
  • (N.d.A. del 13-03-2018) con riferimento a pagina 57 del libro, la parola triglobio significa animale strettamente legato all'ambiente cavernicolo o ipogeo, cioè sottoterra, in generale.
  • (N.d.A. del 10-04-2019 - in corsivo estratto tratto dalle pagg. 6 e 7 del libro APPUNTI DI FISICA MEDICA presi dalle lezioni del Prof. AUGUSTO RIGHI a cura di S. Valenti 1916-1917 Regia Università degli Studi – Bologna – con APPUNTI DI CHIMICA GENERALE ED INORGANICA presi alle lezioni del Prof. G. CIAMICIAN dagli studenti Bruno Maggesi e Andrea Stagni – seconda edizione – tip.lit. Minarelli via Gombrutti 5 Bologna ), con riferimento a pagina 179 del libro Septarie dei Monti Berici, circa gli Alchimisti e circa la legge di Lavoisier, come “conseguenza del principio di conservazione della materia è la persistenza dell’individualità della materia, per cui gli elementi possono riottenersi tal quali dai loro composti. Si comprende quindi come fossero vani i tentativi degli Alchimisti, che volevano ottenere oro dagli altri metalli. Ai nostri giorni (1916) però anche questa legge sembra perdere il carattere suo di assolutezza; la possibilità della disintegrazione della materia non è più da escludersi dopo le esperienze dei corpi radioattivi, dovute al Ramsay. Sembra che questi corpi si trasformino in altri corpi semplici, emettendo continuamente calore ed energia: si realizzerebbe così in modo meraviglioso il fenomeno che gli Alchimisti avevano tanto tempo addietro cercato di produrre.” Oggi, nel 2019, sarebbe interessante confrontare quanto detto sopra cento anni fa. Chi vuole aggiungere qualche cosa scriva a info@brevettidopo.it
  • (N.d.A. del 11-04-2019 - in corsivo estratto tratto dalla pag. 94 del libro APPUNTI DI FISICA MEDICA presi dalle lezioni del Prof. AUGUSTO RIGHI a cura di S. Valenti 1916-1917 - Regia Università degli Studi – Bologna – con APPUNTI DI CHIMICA GENERALE ED INORGANICA presi alle lezioni del Prof. G. CIAMICIAN dagli studenti Bruno Maggesi e Andrea Stagni – seconda edizione – tip.lit. Minarelli via Gombrutti 5 Bologna ), con riferimento a pagina 179 del libro Septarie dei Monti Berici, circa la legge di Lavoisier,  “Le leggi riguardanti l’energia sono molto simili a quelle riguardanti la materia. In corrispondenza alla legge fondamentale di Lavoisier, R. Meyer enunciò la legge della conservazione dell’energia. Se dunque l’energia non può né crearsi né distruggersi, quando sembra che una certa quantità di essa scompaia, il fenomeno non è che apparente, perché in realtà essa energia ricompare sotto altra forma e in quantità equivalente.” Chi vuole aggiungere qualche cosa scriva a info@brevettidopo.it
  • (N.d.A. del 11-04-2019 - in corsivo estratto tratto dalla pag. 95 del libro APPUNTI DI FISICA MEDICA presi dalle lezioni del Prof. AUGUSTO RIGHI a cura di S. Valenti 1916-1917 - Regia Università degli Studi – Bologna – con APPUNTI DI CHIMICA GENERALE ED INORGANICA presi alle lezioni del Prof. G. CIAMICIAN dagli studenti Bruno Maggesi e Andrea Stagni – seconda edizione – tip.lit. Minarelli via Gombrutti 5 Bologna ), con riferimento a pagina 179 del libro Septarie dei Monti Berici, circa la legge di Lavoisier. “Vi saranno, leggi che regolano la trasformazione di queste energie: due sono le principali: I° = La somma delle energie esistenti nell’universo è costante. II° = L’energia non può passare dal punto di un sistema in cui abbia un potenziale meno elevato al punto di un sistema in cui abbia un potenziale più elevato. Se il primo principio non fosse vero si potrebbe avere la fine energetica del mondo, per il graduale consumo di ciascuna energia.Ad avvalorare la seconda legge, si pensi che l’acqua va sempre dal monte alla valle e mai viceversa, e così che con un pezzo di ghiaccio non si può riscaldare ancora un ferro rovente, mentre l’inverso è sempre possibile.” Chi vuole aggiungere qualche cosa scriva a info@brevettidopo.it

..............................

Variazioni e aggiunte:

..............................

Critiche:

..............................

Etichette Errata Corrige on line:

Opera tipo: libro     Titolo: Septarie dei Monti Berici occidentali (mistero risolto?)

ERRATA CORRIGE ON LINE (correzioni, aggiunte, critica, ecc.) andare sul sito inserzioni

gratuite: http://www.brevettidopo.it/index.php/errata-corrige/libri.html